News
17/10/2013 14.18 | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin

Legge di stabilità 2014: le novità più importanti

Di Valerio Stroppa
Legge di stabilità 2014: le novità più importanti


 


LAVORATORI E FAMIGLIE

Detrazione Irpef dipendenti

Elevate le detrazioni Irpef per lavoro dipendente, previste dall’articolo 13 del Tuir, per i redditi fino a 55 mila euro. Massimo vantaggio, pari a 14 euro in più in busta paga, per un dipendente con 15mila euro di reddito annuo

Proroga bonus ristrutturazioni

Confermata la detrazione Irpef dei costi di ristrutturazione edilizia, con tetto agevolabile a 96 mila euro: aliquota pari al 50% nel 2014 e al 40% nel 2015. Dal 2016 si tornerà al 36%

 

Confermata la detrazione per le spese di riqualificazione energetica, con aliquota al 65% nel 2014 e al 50% nel 2015. Dal 2016 lo sconto fiscale scenderà al 36%

 

La detrazione fiscale del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici viene confermata con le attuali regole anche per il 2014 (permane quindi il legame obbligatorio con il bonus ristrutturazioni)

 

IMPRESE

Deduzione Irap nuovi assunti

Possibilità per le imprese che assumono nuovi lavoratori a tempo indeterminato di dedurre ai fini Irap il costo del dipendente fino a 15 mila euro annui

Rivalutazione beni di impresa e partecipazioni

Possibilità per le imprese di rivalutare il costo fiscale di beni strumentali (esclusi quindi gli immobili merce) e partecipazioni iscritte in bilancio al 31 dicembre 2012. Pagamento di imposta sostitutiva pari al 16% per i beni ammortizzabili e al 12% per i beni non ammortizzabili. Effetti fiscali a partire dal terzo anno successivo a quello di rivoluzione

Imposta di bollo dossier titoli

Incremento dallo 0,15% allo 0,2% dal 1° gennaio 2014 del prelievo fiscale sul valore degli strumenti finanziari diversi dai conti correnti (azioni, obbligazioni, fondi di investimento, depositi, polizze, etc.). Non è passato invece l’aumento dell’aliquota dal 20 al 22% sui capital gain

Riordino tax expenditures

Revisione delle detrazioni fiscali Irpef del 19% previste dall’articolo 15 del Tuir. Si riferiscono a detrazioni per mutui, spese mediche, università ecc.. Riordino con dpcm da adottarsi entro il prossimo 31 gennaio. In alternativa, taglio lineare delle detrazioni al 18% per il 2013 e al 17% per il 2014

 

PENSIONI

Blocco indicizzazione pensioni

Blocco della rivalutazione automatica delle pensioni sopra i 3 mila euro al mese per il triennio 2014-2016 (per tutte le altre la rivalutazione opera in proporzione rispetto all’importo)

Contributo di solidarietà

Nuovo “ticket” di solidarietà sulle pensioni superiori ai 100 mila euro: si pagherà il 5% sulla quota eccedente fino a 150 mila euro, il 10% sulla quota fino a 200 mila e il 15% sull’importo al di sopra di tale soglia

Indennità di accompagnamento

Arriva un requisito reddituale per il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento per gli over 65: il beneficiario non deve possedere reddito complessivo Irpef superiore a 60 mila euro (80 mila se coniugato). Per coloro che già ne usufruiscono l’importo dell’indennità, sommato al reddito, non potrà far superare tali limiti

 

ENTI LOCALI

Service tax: Tasi e Tari

Istituzione della Trise, la nuova tassa sui servizi comunali che per l’abitazione principale sostituirà Imu e Tares (il cui gettito andrà interamente ai comuni). La nuova Service Tax avrà due componenti. La Tari (rifiuti) sarà calcolata in base ai metri quadrati, o sull’effettiva quantità di rifiuti conferita nel caso dei comuni in grado di misurarla, e sarà a carico di chi occupa l’immobile. La Tasi (servizi indivisibili offerti dai comuni) sarà calcolata sul valore catastale. A pagarla saranno i proprietari e per una piccola quota, tra il 10 e il 30%, anche gli inquilini


Le News piu' commentate
Le News piu' votate

Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154