News
18/07/2012 7.38 | Tutte | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin

Deboli le azioni Asia, atteso taglio tassi in Cina

Sono per la maggior parte positive ma in rallentamento gli indici azionari delle borse asiatiche. L'indice Nikkei è sotto quota 8800, -0,2%, lontano dal massimo di periodo a quota 9200. Una reazione cauta alle dichiarazioni della Fed che lascia invariate le stime sulla debolezza dell'economia globale.
Di Salvatore Licciardello
Deboli le azioni Asia, atteso taglio tassi in Cina


Sono per la maggior parte positive ma in rallentamento gli indici azionari delle borse asiatiche. L'indice Nikkei è sotto quota 8800, -0,2%, lontano dal massimo di periodo a quota 9200. Una reazione cauta alle dichiarazioni della Fed che lascia invariate le stime sulla debolezza dell'economia globale.

In leggero calo le borse di Sydney e di Pechino. Più pesante, -1%, l'indice Hang Seng ad Hong Kong che risente del sentiment negativo sulla congiuntura attesa per il più grande paese della regione. La Cina sarebbe, infatti, pronta a tagliare il costo del denaro entro la settimana, secondo l'agenzia MF Dow Jones.

La testimonianza di Ben Bernake al Congresso americano ha escluso interventi di stimolo all'economia Usa nell'immediato futuro confermando i recenti pronuciamenti sulla strategia di politica monetaria.

Wall Street ha interpretato le sue parole come un apprezzamento per le condizioni del'economia lasciando aperte le porte a un prossimo intervento sui tassi e la liquidità del sistema. L'indice Dow Jones è salito, infatti, nella sessione overnight dello 0.6%.

Intanto nella capitale nipponica si aspettano i verbali della riunione della banca centrale relativi al meeting di giugno. Scondo le dichiarazioni di alcuni membri il comitato si sarebbe riservato di intervenire nelprossimo futuro.

A Tokyo intanto arrivano segnali di crisi per le condizioni del mercato finanziario. Kabu.com ha tagliati i costi di trading riducendo il tasso sui margini di brokerage fino al 2,8% dal precedente 3,07%. Una mossa da interpretare come campanello di allarme per le condizioni e la crescita dei servizi finanziari in Giappone.

In Cina un giornale di Stato ha pubblicato un editoriale che conferma le intenzioni del governo di aiutare l'economia in rallentamento con appositi provvedimenti. Sarebbero così confermate le attese per un'imminente riduzione dei tassi e delle riserve necessarie alle banche. Già venerdì prossimo potrebbe scattare il provvedimento secondo Prudential Brokerage che ha aprlato attraverso il suo rappresentante Alvin Cheung.

Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154