News
11/05/2012 19.00 | Tutte | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin
TempoReale

La Annunziata fa le pulizie. Bocca cucita sull'Huffington

Di Claudio Plazzotta
La Annunziata fa le pulizie. Bocca cucita sull'Huffington
Lucia Annunziata


Forse è proprio per questo che Arianna Huffington e i vertici del Gruppo Espresso l'hanno scelta: è una donna pragmatica. Da un paio di giorni, infatti, è stato ufficializzato che Lucia Annunziata sarà direttore dell'edizione italiana dell'Huffington Post, al via in settembre. E da un paio di giorni non mancano le ironie in rete circa la scarsa presenza (e, quindi, per alcuni, scarsa esperienza) della giornalista sul web: non ha un profilo Twitter, non ha un profilo Facebook, non ha un suo blog. C'è, addirittura, chi si è spinto a mandare alla Annunziata istruzioni del tipo: «Signora direttora, quella macchina da scrivere con una televisione attaccata sopra si chiama computer». E allora uno si immaginerebbe la giornalista presa in un vortice di meeting, di pc, di rete, di linguaggi internettiani, di selezioni, colloqui. E invece, ieri, molto tranquilla e rilassata, la Annunziata era a casa sua all'ora di pranzo, col fiatone: «Sì, sto facendo i mestieri. Sa, devo pulire casa perché sta venendo a trovarmi mia figlia». Ecco, gesti semplici di una mamma affettuosa. Non parla del suo prossimo impegno. Una sfida complicata, in un mercato difficile e molto diverso da quelli di lingua anglosassone.

Qualche prima indicazione può arrivare dall'avventura dell'Huffington Post in Francia, paese dove il sito è partito il 23 gennaio scorso, in alleanza con Le Monde. In febbraio l'Huffington Post d'Oltralpe, in base ai dati di Ojd (il certificatore francese delle audience), aveva raggiunto 5,6 milioni di visite (di cui 4,5 milioni dalla Francia) e 11,2 milioni di pagine viste. In marzo, ultimo dato disponibile, le cose non erano molto cambiate: 5,7 milioni di visite, di cui sempre 4,5 mln dalla Francia, e 11,5 milioni di pagine viste. Nella classifica dei siti di attualità e informazione, in marzo, l'Huffington Post francese occupa la 25esima posizione, in una graduatoria guidata da Lequipe.fr con 78,2 mln di visite, Lemonde.fr (67,5 mln) e Lefigarò.fr (55,8 mln).

Il dato più eclatante è che meno dell'8% di visitatori, per ora, arriva dai blogger aggregati in Huffington Post. Perché è questo il vero valore aggiunto dell'aggregatore di Arianna Huffington: la forza dei blog e degli articoli (non pagati) che fanno grandi numeri di traffico negli Stati Uniti. In Francia, probabilmente, la campagna «acquisti» sui blogger e opinion leader non è ancora stata completata.

Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154