News
04/05/2012 13.21 | Tutte | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin
TempoReale

Mediaset, sull'iPad la tv a richiesta

Di Andrea Secchi
Mediaset, sull'iPad la tv a richiesta


Una televisione on-demand sull'iPad: a richiesta 2 mila titoli di film, serie tv, documentari, i programmi Mediaset di sette giorni che cominciano esattamente quando si vuole, mentre in diretta sono sempre disponibili le notizie di Tgcom 24 e le partite di calcio. Il gruppo televisivo ha presentato ieri l'applicazione per la tavoletta Apple di Premium Play, il servizio di tv a pagamento on demand già disponibile sui decoder tv, sulla console Xbox360 di Microsoft e sul pc.
Ancora un salto per far superare alla televisione quelle barriere alla mobilità di cui finora non era riuscita a liberarsi, un salto possibile soprattutto grazie alla diffusione dei tablet. Certo, come ha sottolineato il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, la televisione resterà principalmente nel televisore, «i discorsi sulla mobilità e sui tablet sono importanti e affascinanti, ma la modalità più importante di fruizione è quella che resterà sulla tv».
Chiunque voglia provare il servizio, anche non essendo abbonato a Mediaset Premium, lo potrà fare già da oggi (sovraccarico dei server permettendo, com'era accaduto con Sky Go): basterà scaricare l'app Premium Play e registrarsi: avrà 15 giorni gratis, mentre chi è già cliente avrà incluso il servizio sino a fine 2012.
A regime, Premium Play costerà invece 4 euro, oltre all'abbonamento normale, comunque necessario. Mediaset, però, avrebbe in programma anche una vendita separata per il solo iPad da lanciare fra qualche mese, senza quindi la necessità di diventare clienti dell'offerta tv di Premium.

Il salto è stato anche nei confronti della concorrenza, leggasi Sky. L'operatore satellitare ha presentato all'inizio di marzo la propria applicazione per iPad che permette di vedere ovunque 25 canali, in diretta, senza contenuti su richiesta e per il momento senza cinema. Lo stesso giorno Mediaset si era affrettata a preannunciare che anche Premium sarebbe andata sull'iPad, non solo, ci sarebbe andata interamente on demand, così come già fa sul decoder di casa. Ieri la presentazione ufficiale, e fra un paio di mesi è attesa la contromossa di Sky: partirà l'on demand reale per il decoder di casa collegandolo a Internet (l'operatore attualmente registra una scelta limitata di programmi sui decoder mySky e l'abbonato può solo scegliere su questa base) e si attende che parta anche l'on demand reale sull'iPad, cinema compreso.
«Questa non è una semplice trasposizione dei canali», ha commentato Franco Ricci, direttore generale operazioni e business pay di Mediaset, «ci sembrava un controsenso mantenere in mobilità i vincoli di orario e di programmazione tradizionali. Che senso ha vedere sull'iPad un telefilm già iniziato?».

Nell'applicazione c'è ancora qualche limite. Per esempio funziona soltanto con copertura wi-fi e non 3g. Entro l'estate arriverà anche quest'ultima, in vista delle vacanze, tuttavia si presume che non sempre sarà agevole vedere i contenuti (ci sono anche quelli ad alta definizione e in 3D) tramite la rete cellulare.
Sempre entro l'estate arriverà il «download and play», per scaricare in anticipo ciò che si vuole vedere in aereo, per esempio, o in una zona non coperta da segnale. Infine i titoli dei film dovrebbero arrivare a quota 7/800.
Altra novità è l'espansione ulteriore di Premium Play. A breve dovrebbe infatti arrivare sulle console Wii della Nintendo e sulla Playstation 3 di Sony, così come sulle smart tv, le tv connesse a internet di Samsung. Solo in futuro è probabile che arrivi un'app per tablet Android.

Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154