News
12/10/2011 22.10 | Tutte | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin
TempoReale

Senza conoscere la merceologia non si apre un bar

Di Debora Alberici
Senza conoscere la merceologia non si apre un bar


L'aver studiato merceologia, alle superiori, è fondamentale per chi vuole aprire un bar, perché in caso contrario deve frequentare l'apposito corso organizzato dalla regione. Mentre per il laureato in economia e commercio la questione è più complessa perché ogni ateneo propone agli studenti piani di studi personalizzabili e non sempre la merceologia vi è compresa. Insomma, per valutare se un titolo di studio è, o meno abilitante, per la vendita di prodotti alimentari o per esercitare l'attività di somministrazione è necessario esaminare il piano di studi: se ce n'è una materia che prevede lo studio del commercio, della preparazione e la somministrazione degli alimenti il titolo è efficace. E' quanto sostiene il Mise, dipartimento per l'impresa e l'internazionalizzazione, in una serie di pareri relativi all'interpretazione dell'art. 71 del d.lgs 59/2010. Con il recepimento della direttiva Servizi 2006/123/CE, lo scorso anno, il Governo ha rideterminato i requisiti che consentono di operare nel settore alimentare ed ha previsto che è legittimato a farlo colui il quale dimostra, tra le diverse opzioni, di essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purchè nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio.


Le News piu' commentate
Le News piu' votate

Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154