ItaliaOggi
Numero 044  pag. 2 del 21/2/2013 | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin
I COMMENTI
La nota politica

Si è fermato Fermare il declino

 di Marco Bertoncini  

Il pasticcio Giannino danneggerà Fermare il declino? A guardare il “se” (l'an, come dicono i legulei), si risponde affermativamente; valutare il quantum, invece, è impossibile. L'incremento del seguito potenziale del movimento, riscontrato da tutti e segnalato in dimensioni più consistenti in Lombardia e Veneto, è bloccato; la lista non andrà avanti, perderà seguito, ma nessuno è capace di pesarlo.

Basterebbero, per chiarire lo sconquasso, due semplici fatti. Il primo riguarda il rilievo mediatico concesso ai mancati titoli di studio: martedì pomeriggio tutti i siti internet dei quotidiani mettevano la faccenda come notizia di apertura, mentre sulla carta stampata non sono soltanto i quotidiani amici del Cav a sfottere Giannino, messo in difficoltà e anzi sputtanato ovunque.

Secondo aspetto: le reazioni in rete. Il movimento di Giannino è nato e si è sviluppato in larghissima misura via internet: ebbene, la rete, partendo dallo stesso sito di Fermare il declino, ha segnalato sì adesioni e sostegni all'estroso personaggio, ma ha pure rilevato attacchi, delusioni, amarezze. Sono venute meno la fiducia e la simpatia che Giannino aveva indubbiamente saputo attrarre su di sé: in quale misura non sappiamo, ma il fenomeno esiste. Gli stessi esponenti del movimento ammettono apertamente che la botta c'è, irrimediabile.

Le dimissioni dalla carica di presidente del partito (un partito ancora da costruire, ammesso che mai sarà) non risolvono i problemi elettorali. Fermare il declino era per tutti la lista Giannino; se l'eponimo si rivela un contaballe (“balle inoffensive, ma gravi”: così ha denunciato i propri errori lo stesso giornalista), perde stima e trascina con sé la lista.

© Riproduzione riservata




1 Commento

Inviato il: 24/02/2013 11.54   
Da: lies
traduzione in inglese non corretta
Noto che la traduzione in inglese a pagina 2 del 21/02 sulla vicenda Giannino un caso all’italiana, laddove e’ scritto da noi non si perdonano le piccole balle, e’ tradotto we’re used TO forgiving white li es, che e’, a mio parere, l’esatto contrario di quanto si voleva dire nell’articolo.

Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154