ItaliaOggi
Numero 172  pag. 2 del 20/7/2012 | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin
I COMMENTI
La nota politica

L'Fmi dice: tagliare La politica: tassare

 di Marco Bertoncini 

Mercoledì era stato il Fondo monetario internazionale a sostenere con chiarezza la necessità, per l'Italia, di «tagliare le spese per ridurre le tasse». Ieri, è arrivata la denuncia sul carico fiscale al 55%, divulgata dalla Confcommercio e avvalorata dall'ammissione di Attilio Befera sulla «maggioranza silenziosa che sopporta questo 55%, che in qualche caso è anche di più», fino a pressioni del 70%. Rapine. Ebbene, di fronte a un fiscalismo che prima Tremonti, poi (in maniera pervicace, per non dire perversa) Monti, hanno impersonato, come reagisce la classe politica? Basta vedere, sempre negli ultimi giorni, le incessanti invocazioni della patrimoniale (Pier Luigi Bersani, Paolo Gentiloni, Vincenzo Visco_), per capire che non ci sono possibilità che s'intenda seguire il Fmi: via le spese, via le tasse. Con un fiuto per il comune sentire della gente che Silvio Berlusconi ha sempre dimostrato, il Cav ha più volte indicato, da ultimo, la necessità di sopprimere l'Imu sulla prima casa e di ridurre le aliquote. Peccato che negli ultimi mesi del suo governo abbia egli stesso agito in maniera opposta, sicché oggi molti suoi ex elettori sono restii a credere di nuovo a impegni non mantenuti. In fondo, già nel programma della prima Forza Italia stava addirittura l'aliquota unica sui redditi. Così, tra promesse di scarsa affidabilità e minacce di ben più concreta attuazione, i contribuenti non hanno alcuna speranza. Anzi, le cautele di Vittorio Grilli sulla possibile nuova manovra indicano che il governo ha in mente di tornare al leopardiano «travaglio usato», preferendo l'aumento tributario alla soppressione delle spese. Non di soppressione infatti si parla, bensì di riduzioni, restando su livelli largamente insufficienti per venire incontro a una sfiducia mondiale ampia e motivata sull'effettiva capacità del nostro paese di saldare il proprio terrificante debito pubblico. © Riproduzione riservata




Gli Articoli piu' letti
Gli Articoli piu' commentati
Gli Articoli piu' votati

Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154