ItaliaOggi
Numero 143  pag. 13 del 16/6/2012 | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin
ESTERO - LE NOTIZIE MAI LETTE IN ITALIA
Il gruppo punta sull'internazionalizzazione

Zara lancia l'online in Cina

Incurante della crisi, Zara prosegue la sua internazionalizzazione. E a settembre si lancerà in Cina nelle vendite online.

Dopo aver annunciato buoni risultati per il suo primo trimestre fiscale 2012, con vendite aumentate del 15% a 3,4 miliardi di euro e un utile netto balzato del 30% a 432 milioni di euro, la spagnola Inditex, casa madre di Zara, sembra voler ignorare la congiuntura negativa sul mercato nazionale, dove la disoccupazione e la crisi economica picchiano duro sul commercio al dettaglio.

Se la Spagna rappresentava ancora, a fine 2011, il 25% del fatturato di Inditex, il gruppo di abbigliamento low cost procede a tappe forzate nella sua internazionalizzazione, soprattutto in Asia, che conta ormai per il 18%.

Ma non solo. Nel corso del primo trimestre 91 nuovi punti vendita sono stati aperti in 26 nuovi mercati (fra cui l'Ecuador, per esempio): il parco mondiale del gruppo contava a fine aprile 5.618 boutique ripartite in 84 paesi. La direzione di Inditex ha annunciato che costruirà nel quartier generale di Arteixo, in Galizia, altri 70 mila metri quadri per ingrandire gli uffici vendita e design di Zara. E una nuova piattaforma logistica in Catalogna è prevista da settembre per la filiale Massimo Dutti. Investimento previsto: 190 milioni di euro.




Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154