ItaliaOggi
Numero 251  pag. 7 del 22/10/2009 | Indietro
FacebooktwitterYahoo BookmarksLinkedin
PRIMO PIANO
De Benedetti jr e la giornalista televisiva ristrutturano un immobile nel Rione Sant'Angelo

Reggia romana per Marco e Paola

Spa e piscina hi-tech nella nuova dimora al centro della capitale
 di Giampiero Di Santo  

Il finanziere, la giornalista sportiva, i due figli. A bordo piscina sotto un cielo stellato nel cuore di Roma. Può sembrare la trama di una fiction televisiva, ma non è così. Perché il finanziere è Marco De Benedetti, figlio dell'ingegnere Carlo e numero uno di Carlyle Italia, la giornalista sportiva è Paola Ferrari, già volto della «Domenica sportiva» e consorte di Marco, e i figli sono appunto i due giovanissimi figli della coppia.

E quella piscina nel cuore di Roma, non appena ultimata, sarà davvero sempre sotto un cielo stellato, cioè sotto la volta in muratura che la ricopre, costellata di migliaia di fibre ottiche incastonate una per una in forellini da poco più di un millimetro di diametro. Per creare un effetto scenico grandioso e romantico al tempo stesso, in perfetto stile «Notte americana».

Un vero gioiello inserito in un altro gioiello, un palazzetto di cinque piani nel più piccolo rione di Roma, Sant'Angelo (tra il Teatro di Marcello e via Arenula), che Marco De Benedetti, sempre in viaggio tra Roma, Milano e le piazze finanziarie che contano, ha preso in affitto per farne la nuova dimora capitolina della sua famiglia. Si tratta di una dimora di grande prestigio, naturalmente, oltreché di enorme superficie. Tanto da consentire la realizzazione, nel sotterraneo che ospita la piscina, anche di una palestra e una sauna, come si conviene nelle case di rappresentanza, dove spazi per il fitness e la wellness, ma anche per grandi feste, non possono mancare.

I lavori di ristrutturazione, tuttora in corso, sono seguiti con particolare attenzione da Paola Ferrari, che dopo il matrimonio non ha voluto rinunciare al suo cognome, reso famoso da migliaia di apparizioni televisive e anche dalla sua grinta di giornalista d'assalto, in favore di quello ancora più celebre del suo consorte, che è anche consigliere di amministrazione della Cofide, Compagnia finanziaria De Benedetti.

La signora, raccontano, sceglie di persona arredamenti e lampadari di grande pregio in cristallo Baccarat e controlla con grande attenzione anche i dettagli più insignificanti. Come uno splendido mosaico che, dicono, non avrebbe superato l'esame della giornalista e per questo sarebbe stato accuratamente nascosto, o un lampadario costato circa 60.000 euro e destinato a restare ben chiuso nel suo imballaggio.

Ma si sa, quando si tratta di gusti, tutto è opinabile e niente è certo. Quel che è certo, invece, è che mentre il marito si occupa di grandi operazioni finanziarie, l'ultimo colpo messo a segno è stata l'acquisizione per Carlyle del 48% di Moncler, la Ferrari ha rivelato un autentico talento per le ristrutturazioni edilizie. Un talento che avrebbe voluto mettere al servizio di Roma e dell'Italia già dal principio dell'anno scorso, quando annunciò la sua candidatura per le elezioni politiche nelle liste della Destra di Francesco Storace e dell'amica Daniela Santanchè e dichiarò guerra «al degrado di Roma che ogni giorno tocco con mano quando porto a scuola i bambini». Quell'avventura si concluse con un insuccesso, perché la Destra non superò lo sbarramento del 4%, ma l'aspirazione evidentemente è rimasta. E in fin dei conti, il rione Sant'Angelo è pur sempre nel cuore di Roma.




I Video /
Norme | Help | Faq | Contattaci | Note sull'utilizzo dei dati
ItaliaOggi online© ItaliaOggi Partita IVA 08931350154